image_pdfimage_print

PROFILO DEL VINO

RADICI TAURASI RISERVA DOCG 1999 CENTOTRENTA

L’etichetta del Taurasi Riserva Centotrenta raffigura i volti dei tre esponenti che hanno contrassegnato, con il proprio contributo professionale e umano, la storia di centotrenta anni: Angelo Mastroberardino, il fondatore
dell’era moderna dell’azienda; Michele Mastroberardino che con caparbietà e coraggio portò il vino irpino nel mondo; Antonio Mastroberardino, Cavaliere del lavoro, identificato come l’archeologo della vite e del vino, che ha svolto un ruolo determinante per la salvaguardia delle varietà autoctone.

DENOMINAZIONE
Taurasi DOCG Riserva

VITIGNO
Aglianico 100%

VIGNETO E TERRENO
La parte alta del vigneto di Montemarano è esposto a Sud-Est e su un suolo di tipo argilloso-calcareo.
L’altitudine è di circa 550 mslm e il sistema di allevamento è la spalliera con cordone speronato. La densità di impianto è di 3.500 ceppi/ettaro e la resa di circa 45 q/ettaro e circa 1,3 kg/ceppo

ETA’ DEL VIGNETO
20 anni

PERIODO E SISTEMA DI RACCOLTA
Prima decade di novembre, raccolta manuale

VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO
Vinificazione classica in rosso, lunga macerazione con le bucce a temperatura controllata.
Affinamento in barriques di rovere francese e botti di rovere di Slavonia per circa 30 mesi e in bottiglia per almeno 5 anni

CARATTERI SENSORIALI

IL COLORE
Rosso rubino intenso
IL PROFUMO
Offre un bouquet ampio, complesso, intenso
e particolarmente fine con caratteri che
ricordano tabacco, spezie, ciliegia, viola,
frutti di bosco, prugna e note balsamiche
IL SAPORE
Avvolgente, elegante e persistente in bocca. Aroma di prugna, ciliegia amara, confettura di fragole, pepe nero e cuoio

ABBINAMENTI
Antipasti

  • Formaggi stagionati e pietanze a base di funghi e tartufi

Primi piatti

  • Ragout e portate con salse dalle lunghe cotture

Secondi piatti

  • Carni rosse, arrosti e portate a base di spezie o tartufi, selvaggina e formaggi stagionati

 

POTENZIALE DI INVECCHIAMENTO
50 anni e oltre
TEMPERATURA DI SERVIZIO
18 °C

 

 

 

LA TENUTA

Montemarano rappresenta un sito storico nella produzione del Taurasi, situato nella zona più a sud dell’areale a DOCG. La tenuta riveste un ruolo importante per la coltivazione delle uve Aglianico del Radici Taurasi DOCG e in particolare per la Riserva.
Qui le decise escursioni termiche e l’andamento più lento delle maturazioni determinano le condizioni per una raccolta tardiva, in genere nel mese di novembre, offrendo uve più ricche in tannini nobili e acidità, tali da esaltare i caratteri di longevità. Per tali ragioni la Riserva del Radici Taurasi è eletta ad esprimere al meglio queste prerogative organolettiche

Montemarano

Estensione: 14 ettari
Suolo: argilloso con buon tenore in sostanza organica e pietrisco calcareo
Vitigni: Aglianico
Densità di impianto (ceppi/ha): 4.000 ceppi/ha
Sistema di allevamento: cordone speronato
Esposizione: Sud-Est
Altitudine: da 500 a 650 m s.l.m.

TOP